domenica 5 agosto 2012

"Mission Border" ossia Work Permit

Ore 6.00 Sveglia!!
Oggi a differenza degli altri giorni, in quel di Forest Hill, ci alziamo tutti e due.. ed alle 6 e 50 eccoci gia' alla fermata dell'autobus, direzione confine di stato.
Tutto è stato organizzato in fretta e furia ieri pomeriggio.
Fino alle 12.30 eravamo sereni, il giorno prima avevamo ricevuto notizia che il nostro LMO era positivo, ed era stato inoltrato al CIC, per cui la pratica per restare in Canada stava procedendo.
Appunto fino alle 12.30 quando ricevo una chiamata dall'ufficio legale che stava seguendo la mia pratica: il CIC aveva gia' elaborato la nostra pratica quando l'LMO non era stato ancora emesso.
Il mio stato lavorativo e la nostra situazione in Canada non era piu' regolare.
PANICO!!
L'avvocato mi ha prontamente spiegato come si doveva procedere ora, avevamo 2 opzioni:
- restare in Canada e reinviare la documentazione al CIC
- andare negli States, ritornare in Canada e richiedere il visto
Pro e contro?
Tramite agenzia ci vogliono ca 45 giorni e, con i giusti requisiti, dovrebbe tutto filare liscio.
Andando al Border la procedura è più veloce, e, sempre con i giusti requisiti, l'ultima parola spetta all'ufficiale che ti trovi di fronte e dipende dall'impressione che gli fai.

Nulla di nuovo, si sapeva che forse saremmo dovuti andare al confine, e che fino all'ultimo sarebbe stata una scommessa sul esser accettati o meno..
Ma l'attimo in cui me lo han comunicato, un po' di crisi mi è presa.

Ore 8.00 siamo su un Megabus diretti alle Niagara Falls abbastanza tranquilli, ma con quell'ansia che accompagna sempre in questi viaggi.
Mentre sto scrivendo mi tornano in mente le immagini che ci mostrò 9 mesi fa un nostro amico che era arrivato in Italia con la Anija Vlora (Bari nel 1991), e dei suoi racconti sul viaggio e le imprese che ha sostenuto per arrivare, restare ed iniziare una nuova vita in Italia.
Due esperienze non paragonabili, ma che però mi fanno capire che tutti sono dei pionieri, e che, con un sogno nel cuore tutto e' raggiungibile.

Il nostro viaggio riparte.. US here we come.. tra 2 ore saremo in quella nazione che un po' sogno da quando ho 14 anni, tempo di prendere un caffè, di farci un giro, e poi.. e poi ancora non so! :)


Ore 10.00 eccoci alle Niagara falls .. un po' spaesati usciamo dalla stazione degli autobus.. e subito il mio stomaco mi guida verso una Food court, ossia: CIBO!! :o) poco dopo siamo seduti ad un tavolo con di fronte un panino "Beef & Cheddar" ed una tazza di ciococaffè.
Prima di attraversare il confine, avevo bisogno di una certezza: Riempire lo stomaco!!
Guardando fuori dal locale, c'e' una strada, un parapetto.. e poi un canyon scavato dal fiume.. e di la gli States. Che Strano posto, i miei pensieri volano oltre il confine..
Chissa' come saranno quei territori, quali differenze rispetto al Canada, quali sorprese e quali delusioni. Non staremo molto per poter approfondire la cosa.. per ora le nostre preoccupazioni sono altre.


Ore 12.00: dopo aver pagato 50 cent (CAD) a testa per uscire dal Canada, attraversiamo il ponte.. eccoci in dogana US.. controllo dei documenti, compilato un foglio verde (visto giornaliero) paghiamo 6$ (US) a testa.. ma alla domanda "Dove abitate" .. un dubbio ci assale, guardiamo la guardia e gli chiediamo "In Canada o in Italia?" .. :) al che controllano meglio il visto (Scaduto) e chiedono ulteriori informazioni sul nostro stato in Canada, gli fornisco il plico di documenti per il nuovo visto.. e serenamente controllano le date, tutto sembra in regola per cui ci lasciamo entrare negli States! Eccoci in USA! Usciamo dagli uffici doganali, una foto e via!!
Subito il clima ci sembra diverso, da un mall poco lontano si sente della musica a palla.
Sperando di trovare un caffe' ci avviciniamo, dopo aver girato un paio di isolati invano, optiamo per uno StarBucks.. prendiamo un caffé, che non si smentisce (come solito imbevibile).
Dopo un breve approccio ci chiediamo: ma poi? E' diverso veramente o son solo più "sbragati"?
Siamo su un territorio di confine, prettamente turistico (brutta copia del lato canadese e più trasandato), ma notiamo immediatamente che qui il problema dell'obesità è ancora maggiore che in Canada...l'unica preoccupazione sembra essere mangiare, mangiare, mangiare!
Decidiamo che non si può giudicare cosi' in maniera sommaria, vedremo nelle prossime visite.
Ancora pochi minuti, prendiamo un souvenir, e poi, rotta verso il Canada..
Accettiamo scommesse.. Quanto ci vorra' a sbrigare le pratiche?


Ore 13.00 circa: eccoci negli uffici di immigrazione Canadesi, con tutti i nostri sogni e paure a litigare sulla linea del Via. :)
Il primo ufficiale ci indirizza all'ufficio immigrazione, qui, dopo 15 minuti di coda, un altro ufficiale, probabilmente a fine turno, abbastanza svogliatamente spulcia la mia pratica.. e in 15/20minuti e senza storie il mio work permit viene rilasciato!
Di seguito altro ufficiale molto cordiale (ad inizio turno) inserisce la pratica di Federica ed in meno di 10 minuti rilasciano anche il suo Work permit!
Paragonando la nostra esperienza con le esperienze di nostri amici, direi che avere un ufficio specializzato in immigrazione che segue le pratiche, fa risparmiare sicuramente un gran numero di grattacapi e di tempo; certamente c'e' un costo che a volte l'azienda si accolla (come nel mio caso) e volte no.. nella nostra situazione, dove anche i tempi erano molto stretti, l'appoggio di uno studio legale penso abbia fatto la differenza.
Controlliamo per sicurezza i dati sui work permit:
- io sono vincolato con la mia azienda per tre anni - Federica ha alcune limitazioni: gli avvocati ci avevano detto che il visto avrebbe dovuto indicare che non poteva lavorare in ambito medico, o con i bambini.. queste opzioni non sono citate, però è indicato che non può lavorare come spogliarellista o escort O_o (ve lo immaginate in Italia??)
Cmq. I dati sui permit sono tutti OK, ci dirigiamo verso l'uscita.


Ore 14.00 ca: eccoci uscire dagli uffici doganali Canadesi con i Work permit in mano!! :) missione compiuta. Foto con bandiera Canadese sullo sfondo!
Ci giriamo indietro e guardiamo tutte le nostre preoccupazioni dissolversi in un istante.. ora sembra tutto più semplice.
Chiamo subito i vari uffici per avvertire che siamo passati .. e per confermare che l'indomani mattina saro' in ufficio! :D

Il resto del pomeriggio lo abbiamo passato a gironzolare sul versante Canadese delle cascate, a fare foto ed a scuriosare per i negozi.. e far confronti tra i prezzi US Vs. Canada (il Canada è molto più costoso rispetto agli States!).
Torniamo alla stazione per prendere la corriera per Toronto.. e naturalmente centriamo il "buco" tra le corse delle 17.45 e 19.30! Tempo per un ultimo panozzo!
Poi, direzione "Casa"!! Eggia' ora per qualche anno "casa" sara' Toronto!! :D

Il Mall - Colazione!



Il Canyon, di la gli States


Attraversando il confine

No Mans Land ;o)

Il Confine di stato

Fuori dalla dogana US

The Falls, viste dagli States

Fuori dalla dogana Canadese :)


Cadillac del '48



We are here!!







Un panino ROCK.. e poi CASA!

8 commenti:

  1. Congratulations , God Bless and may the road rise with you !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thank you Vin!
      We are so happy that our experience in Canada continues! :D

      Elimina
  2. Anche voi avete dovuto passare questa "prova" tutta la storia di pratiche necessarie,avvocati etc.. é un pò terrorizzante.
    Forse mi sono perso qualche passaggio ma siete partiti con un'offerta di lavoro o lo avete trovata lì? Il datore di lavoro si sta occupando della vostra immigration?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Si! La "prova", anche avendo le carte in regola in mano, mette sempre paura.
      Quando siamo partiti dall'Italia non avevo nessuna offerta, ma avevo già preso alcuni contatti.
      Da Vancouver, tra Novembre ed Aprile, ho fatto tutti i colloqui e selezioni in remoto con Toronto.

      Quando agli inizi di Aprile ho ricevuto l'offerta, da Toronto, ho anche scoperto che il mio datore di lavoro si sarebbe appoggiato, a sue spese, ad uno studio legale specializzato in immigrazione.
      Sicuramente una bella fortuna!

      Elimina
  3. Ciao ho appena scdoperto il vs. blog !! In bocca al lupo, vi seguirò ! Queste foto sono identiche alle nostre, siamo passati in tutti quei posti la scorsa estate !!!! Cia o dal Londra :)
    Dancer

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dancer,
      grazie mille e CREPI IL LUPO!

      Le Niagara Falls sono bellissime e credo proprio che queste siano le foto di rito :)

      Ho appena visto il vostro blog e sicuramente seguirò anch'io le vostre avventure a Londra! A proposito... com'è la città in periodo olimpico?

      A presto
      Fede

      Elimina
  4. Ciao ragazzi, complimenti per il blog, mi è di grande aiuto! Sono attualmente in Ontario nella zona di S Catherines e sto lavorando come enologo con il WHV. Il mio datore di lavoro ha deciso di sponsorizzarmi. I 6 mesi del visto di lavoro scadranno a fine febbraio 2014. Secondo voi per quella data sarei in grado di ottenere il work permit? nell'attesa di approvazione, posso continuare a lavorare, nonostante sia scaduto il whv, dimostrando che ci sono le pratiche avviate per il work permit?
    grazie per la risposta
    lollo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lollo,
      scusa il ritardo nella risposta... non appena il tuo datore di lavoro presentera' la documentazione per la richiesta del work permit, viene fatta un'estensione del tuo status per 3 mesi. L'unica limitazione e' che non potrai uscire dal Canada (almeno era cosi', non so se e' cambiato qualcosa nell'ultimo anno!) altrimenti perderai il diritto di lavorare e potrai rientrare solo come turista.

      In bocca al lupo per tutto! Tienici aggiornati sull'esito dell'LMO :)

      Elimina